Workshop                                    Talks                                      Events                                         Tools

 

Re-purposed pavillion
Il progetto, come primo contributo di Urban FabLab alla ricostruzione di Città della Scienza, sperimenta l'interazione tra parametric design, fabbricazione digitale ed auto-costruzione. il prototipo, sviluppato attraverso un workshop con gli studenti di ingegneria e di architettura, ha previsto il riuso di un container e la realizzazione di una skin strutturale in legno che ne moltiplica lo spazio. La struttura esterna è progettata in modo tale da costruire uno spazio mobile ed estendibile secondo le necessità. Ideato attraverso un processo creativo collettivo per l’auto-costruzione di un science kids lab, il prototipo attualmente costituisce il foyer del Teatro galilei 104 di Città della Scienza.

makers: Elena Ciancio, Emma Di Lauro, Federico Forestiero, Flavio Galdi, Giuliano Galluccio, Luigi Gentile, Andrea Giglio, Salvatore Giordano, Tullio Grasso, Giorgio Lauro, Gianluca Montone, Laura Moscarella, Matteo Nativo, Marco Naclerio, Imma Polito, Alessandra Stefanelli, Agostino Viglione.

partners: ARUP, Selve del Balzo, Roland, Sintesi Sud, Le Nuvole, DiST, DiARC, Città della Scienza.
responsabile scientifico: Paolo Cascone / COdesignLab.
speaker: Federico Forestiero

 

U3dP/Urban 3d printer
è la prima 3d printer completamente auto-prodotta da Urban FabLab. U3dP combina la ricerca sull’autoproduzione e autocostruzione con l’autosufficienza energetica. La stampante 3d infatti è un dispositivo autonomo energeticamente che integra un sistema di accumulo di energia e un pannello fotovoltaico. Il prototipo è stato realizzato con l’intenzione strategica di diffondere la cultura open source hardware per ogni collettività per l’ auto-produzione sostenibile di dispositivi che integrano sapere manuale e nuove tecnologie.

makers: Paolo Cascone, Elena Ciancio, Flavio Galdi, Giuliano Galluccio, Imma Polito.
speaker: Flavio Galdi

 

AF.0
è il primo progetto di ricerca e sviluppo per un sistema strutturale progettato parametricamente e realizzato per involucri architettonici performativi. Il prototipo prende forma in funzione del controllo della luce naturale e della ventilazione passiva ed è realizzato attraverso un processo di stampa 3d in argilla. Urban FabLab in questo caso mette in contatto l’approccio di COdesignLab teso alla progettazione ecologica con i nuovi processi di stampa 3d di grandi dimensioni con materiali naturali, grazie al contributo di WASP. Da questa sinergia viene prodotto il primo prototipo del progetto African Fabbers che parteciperà alle Biennali di Marrakech e Dakar 2014.

makers: Paolo Cascone, Elena Ciancio, Flavio Galdi, Giuliano Galluccio, Imma Polito, con il contributo di WASP
speaker: Paolo Cascone